Garanzie offerte da Bioscience Institute
per il servizio di conservazione del cordone ombelicale

Il valore delle cellule staminali rende indispensabile un’attenta valutazione delle garanzie e dei limiti di responsabilità della società che offre il servizio. Bioscience Institute garantisce qualità, solidità, affidabilità e trasparenza.

Le garanzie di solidità

Le uniche garanzie reali che un’azienda può offrire ai clienti provengono dalle risorse messe in campo per lo svolgimento della propria attività e per il mantenimento della qualità, con le quali realmente e direttamente risponde (investimenti, capitale sociale, struttura societaria).

Bioscience Institute ha un rapporto diretto con i propri clienti, non esternalizza i propri servizi e non si avvale di società commerciali che non sarebbero in grado di offrire le sue stesse garanzie, e si impegna contrattualmente a mantenere inalterato il proprio standard qualitativo per tutta la durata del contratto.

Le garanzie di qualità

Bioscience Institute ha scelto di adeguarsi allo standard GMP (Good Manufacturing Practice) per offrire la garanzia che le cellule staminali conservate possano essere accettate e utilizzate, qualora si rendesse necessario, anche in centri trapianti certificati GMP, che altrimenti le respingerebbero. Attraverso la conformità alle certificazioni GLP (Good Laboratory Practice), ISO (UNI EN ISO 14644 – 1/2/3/5 e UNI EN ISO 14698 – 1-2) e LBM (Laboratory Biosafety Manual WHO FDA) intende avvalersi di tutti i metodi e i controlli necessari per garantire e garantirsi la massima sicurezza nello svolgimento della propria attività.

Maggiori informazioni sullo standard GMP

Il trapianto di cellule staminali è un’operazione molto delicata e rischiosa che viene svolta in un Centro Trapianti specializzato nella terapia che si vuol trattare; l’utilizzo di staminali non correttamente conservate può comprometterne il buon esito, pregiudicando la vita del paziente. Per questo motivo esistono standard qualitativi che garantiscono i corretti procedimenti di lavorazione di cellule in ambienti sterili, se destinate ad essere utilizzate sull’uomo.

Le strutture autorizzate hanno l’obbligo di verificare la sicurezza e la rintracciabilità del materiale biologico da trapiantare; tali requisiti sono rispettati se il laboratorio da cui provengono le cellule staminali adotta uno standard qualitativo riconosciuto a livello internazionale (ad esempio GMP – Good Manufacturing Practice).

Leggi il Decreto Legislativo n. 16 del 25/01/2010 a pag. 16 (allegato V, lettera D, punto 3)

Se il laboratorio da cui provengono non è conforme allo standard qualitativo GMP, le cellule staminali non possono essere accettate e utilizzate dai centri trapianti, perché considerate materiale biologico a rischio. Ciò renderebbe vana la conservazione.

I laboratori che seguono le linee guida GMP hanno investito importanti risorse in strutture e dotazioni di sicurezza, inoltre sostengono costi di gestione elevatissimi per applicare le procedure operative previste dai protocolli GMP.

Le garanzie di quarantena

La quarantena è un requisito obbligatorio per legge (D.Lgs. n°16 del 2010) in mancanza del quale le cellule conservate sarebbero inutilizzabili perché prive del requisito di sicurezza biologica.

Per questo le cellule staminali destinate alla conservazione vengono poste all’interno di un contenitore di stoccaggio temporaneo, dove rimangono in quarantena fino a quando le analisi definitive previste dalla normativa vigente non abbiano dato esito negativo. Solo al termine di questo periodo le cellule vengono trasferite dal contenitore temporaneo a quello di stoccaggio definitivo.

Le garanzie di trasporto

La spedizione del sangue del cordone ombelicale verso la Repubblica di San Marino (geograficamente integrata nel territorio italiano) viene costantemente monitorata secondo una logistica dedicata e appositamente studiata, non necessita di controlli doganali e consente una gestione flessibile di eventuali problematiche legate a festività, scioperi o situazioni climatiche avverse.

Il trasporto avviene su strada. Se necessario, viene attivato un corriere dedicato che, senza costi aggiuntivi per i genitori, garantisce la consegna del materiale biologico al Bioscience Institute entro le tempistiche stabilite dal Ministero della Salute (“Linee guida per l’accreditamento delle banche di sangue da cordone ombelicale”) indipendentemente da qualunque evento avverso.

Le garanzie di conservazione

Solo le cellule staminali conservate secondo le procedure GMP (Good Manufacturing Pratice) possono essere utilizzate per eventuali trapianti.

Proprio per garantire l’utilizzabilità delle cellule staminali in caso di trapianto Bioscience Institute unisce agli elevati standard di qualità e di sicurezza biologica offerti dai laboratori adeguate procedure di conservazione, secondo quanto previsto dai rigidi protocolli GMP.

Ulteriori garanzie offerte

Consegna del Certificato di crioconservazione

I genitori che conservano le staminali da sangue del cordone ombelicale ricevono un certificato di crioconservazione che riporta le caratteristiche del campione (vitalità, numero di cellule staminali, numero di globuli bianchi, sterilità).

Nessun costo per il trasporto del campione e tipizzazione HLA

Al momento dell’esportazione (che dati gli elevati standard di conservazione può avvenire verso qualsiasi centro trapianti del mondo) Bioscience Institute si fa carico dei costi e dell’organizzazione tecnica del trasporto del campione e della tipizzazione HLA.

Rimborso di 20.000,00 € per le spese di trapianto

Nel caso in cui il campione venga utilizzato per un trapianto Bioscience Institute rimborsa – a  fronte di opportuna documentazione –  fino a 20.000 €  per eventuali spese sostenute.

Pagamento del canone annuo e possibilità di rinnovo oltre il 20° anno

Il pagamento di un canone annuo garantisce sia il mantenimento nel lungo periodo sia la possibilità, a fronte di dati clinici favorevoli, di rinnovare il contratto allo scadere del ventesimo anno senza dover sostenere nuovi costi ignoti per sottoscrivere il mantenimento.

Sei in dolce attesa?

Stai pensando di conservare le cellule staminali di tuo figlio?

Il sangue cordonale è il sangue che rimane nel cordone ombelicale dopo la nascita del bambino e rappresenta una preziosa fonte di cellule staminali.

Fino a poco tempo fa veniva trattato come rifiuto ed eliminato con scarti ospedalieri insieme alla placenta e al cordone ombelicale. Attualmente viene utilizzato nel trattamento di circa 80 gravi malattie.

Richiedi una consulenza gratuita