Prevenzione tumore colon retto

HELIXCOLON è un programma di prevenzione che prevede l’esame periodico di 245 regioni hotspot, localizzate in 14 geni, coinvolte nello sviluppo del tumore del colon retto. Ciò consente il monitoraggio delle frequenze di mutazione e della stabilità genomica, gli indicatori più importanti nella valutazione del rischio di contrarre questa malattia.

Avere il controllo dei geni e delle mutazioni che danno origine al tumore permette di evidenziare il rischio di svilupparlo anche con anni di anticipo rispetto alla diagnosi precoce.

A chi è consigliato

Il programma di prevenzione HELIXCOLON è consigliato a tutte le persone sane che intendono eseguire periodicamente il monitoraggio della propria stabilità genetica concentrandosi sulle frequenze di mutazione nei geni associati al tumore del colon retto.

Oggi il test di screening per il cancro del colon retto utilizzato in quasi tutti i programmi di prevenzione è il test del sangue occulto nelle feci, consigliato ogni 2 anni nelle persone tra i 50 e i 69 anni.

Incidenza nella popolazione

Nei Paesi occidentali il cancro del colon retto è il secondo tumore maligno per incidenza e mortalità e rappresenta il 13% di tutti i tumori diagnosticati dopo quello della mammella nella donna e il terzo dopo quello del polmone e della prostata nell’uomo. Attualmente i test di screening più utilizzati nei programmi di prevenzione sono il test del sangue occulto nelle feci e la rettosigmoidoscopia.

La neoplasia è spesso la conseguenza dell’evoluzione di lesioni benigne della mucosa dell’intestino (come i polipi adenomatosi), che impiegano un periodo molto lungo (dai 7 ai 15 anni) per trasformarsi in forme maligne.

Fattori di rischio

Fattori di rischio per il tumore del colon retto sono: l’obesità, la dieta ad alto contenuto di calorie, ricca di grassi animali e povera di fibre, l’età, le malattie infiammatorie croniche intestinali, una storia clinica di polipi del colon e la familiarità.

Cosa valuta il test

Il test HELIXCOLON è in grado di rilevare l’instabilità genomica, valutata attraverso il monitoraggio della frequenza delle mutazioni e principale indicatore della fase prodromica, asintomatica, dei tumori solidi.

L’eventuale instabilità genetica rilevata da HELIXCOLON viene successivamente approfondita con il test SCED (Solid Cancer Early Detection) che svolge un’accuratissima analisi dei geni e delle mutazioni che determinano l’instabilità rilevata.

Un modello di prevenzione innovativa

La valutazione del rischio di tumori solidi è sempre stata basata sullo studio della storia familiare.

Oggi, lo sviluppo del programma di prevenzione dei tumori solidi “HELIXAFE” rende possibile questa stessa valutazione sulla base di parametri oggettivi: analisi Next Generation Sequencing (NGS) delle frequenze di mutazione del paziente e monitoraggio mediante un sofisticato software di gestione.

Come si esegue il test

Bioscience Institute offre una consulenza pre-test e fornisce tutte le informazioni utili sul programma di prevenzione HELIXAFE e sull’esecuzione del test HELYXCOLON.

Tutto ciò che è richiesto è un semplice prelievo ematico (10-20 cc di sangue) che può essere eseguito presso un nostro Centro di riferimento o attraverso il tuo medico di fiducia.

Il campione inviato ai laboratori di Bioscience Institute viene utilizzato per ottenere il DNA da sequenziare attraverso un processo tecnologico avanzato che impiega tecniche di Next Generation Sequencing (NGS). Le sequenze geniche ottenute vengono analizzate attraverso un’avanzata analisi bioinformatica per determinare la presenza di eventuali mutazioni nei geni in esame.

I risultati del test sono disponibili in circa 30 giorni.

Richiedi HELIXCOLON

Richiedi il test HELIXCOLON per conoscere il tuo livello di stabilità genetica.

Chiama il Numero Verde 800 690914, oppure compila il modulo sottostante per essere contattato da uno dei nostri esperti.

(*) campi obbligatori






    Come ci hai conosciuto? InternetMedico/OncologoRiviste/GiornaliParenti/AmiciAltro

    Informativa sulla Privacy (*)