Sono milioni le persone che, in tutto il mondo, convivono con l’artrosi. L’uso delle cellule staminali ha aperto nuove prospettive nel trattamento di questa patologia, e le iniezioni intrarticolari di ADSC (Adipose-Derived Stem Cells, cellule staminali derivate dal tessuto adiposo) rappresentano l’approccio al problema più avanzato fra quelli attualmente disponibili.

Cos’è l’artrosi?

L’artrosi è una patologia caratterizzata dalla degenerazione della cartilagine delle articolazioni. In condizioni normali durante i movimenti questo tessuto scivoloso (che nelle articolazioni ricopre le estremità delle ossa) attutisce i traumi. Con la perdita di cartilagine le ossa sfregano invece l’una contro l’altra, e con il passare del tempo queste sollecitazioni possono compromettere permanentemente l’articolazione, causando rigidità, dolore e gonfiore.

Le articolazioni più colpite da questo problema sono quelle delle mani, del ginocchio, dell’anca e della colonna vertebrale. Tipicamente la degenerazione della cartilagine al loro interno è associata all’invecchiamento, a traumi o al sovrappeso.

Il trattamento dell’artrosi

Non esiste una cura per l’artrosi. Il suo aggravamento può essere associato alla formazione di strutture ossee attorno all’articolazione, e la motilità può risultare fortemente compromessa.

Alcuni farmaci (come gli antinfiammatori non steroidei) o accorgimenti (il riposo, impacchi caldi e freddi e, se necessario, la perdita di peso) possono aiutare ad alleviare il dolore, ma senza eliminarne le cause. Un’appropriata attività fisica (soprattutto il nuoto) e la fisioterapia si limitano invece ad aiutare a preservare il più possibile le capacità di movimento e di equilibrio.

In alcuni casi è necessario ricorrere alla chirurgia per riparare o sostituire le articolazioni danneggiate. Fortunatamente, però, oggi la Medicina Rigenerativa mette a disposizione una valida alternativa all’impianto di protesi per gestire i sintomi osteoarticolari: i trattamenti a base di cellule staminali.

Trattare l’artrosi con le ADSC

Le cellule staminali del grasso (ADSC) possono essere facilmente ottenute dal tessuto adiposo prelevato dal paziente che si sottoporrà al trattamento dell’artrosi, mediante una procedura ambulatoriale rapida e indolore. Una volta iniettate nell’articolazione, le ADSC sostituiscono le cellule invecchiate o danneggiate con cellule nuove e attive.

Il trattamento permette l’autoguarigione del tessuto, evitando il ricorso a dispositivi medici come protesi o altri componenti artificiali. L’uso di ADSC autologhe (cioè prelevate dallo stesso paziente sottoposto al trattamento) annulla tutti i rischi associati all’introduzione nell’organismo di materiale estraneo. In altre parole, l’iniezione di ADSC evita i rischi di contaminazione, rigetto e reazione allergica.

OrthoSkill, il trattamento a base di cellule staminali di Bioscience

OrthoSkill è la soluzione a base di cellule staminali per la degenerazione lieve-moderata della cartilagine offerta da Bioscience Institute. Utilizzando cellule ottenute dal grasso del paziente, tratta problematiche ortopediche dolorose che colpiscono ginocchio, anca, spalla, caviglie e altre articolazioni. I primi risultati sono evidenti in 2-3 settimane e si completano a livello strutturale 6-8 settimane dopo il trattamento, con una rapida scomparsa del dolore articolare e un rapido recupero della mobilità.

I chirurghi ortopedici di tutto il mondo concordano sul fatto che l’uso delle ADSC rappresenti uno dei migliori approcci al trattamento della degenerazione di ossa e cartilagini. Per maggiori informazioni su questa strategia visita la pagina web dedicata a OrthoSkill o chiama il Numero Verde 800 690 914.

Bibliografia

Share on: